Spedizione gratuita in Italia per ordini superiori a 100€

FREE SHIPPING within Italy on orders over € 100.

Vin de la Neu nasce nel 2012 da una idea di Nicola Biasi ed è un progetto innovativo sia per il territorio in cui è stato realizzato che per la scelta del vitigno impiantato. La Cantina si trova in Trentino, nel cuore Valle di Non, zona molto famosa per la produzione delle mele.
Nicola Biasi inizia questa attività dopo una lunga esperienza lavorativa iniziata all’interno dell’azienda vitivinicola gestita dal padre, proseguita prima con gli studi presso un Istituto Agrario di Cividale del Friuli, poi con il ruolo di assistente enologo presso l’azienda del Collio Zuani, ed infine in Australia, dove approfondisce la sua conoscenza di vini bianchi.
Da allora ci sono stati altri viaggi per il mondo alla scoperta di nuovi vini (nel 2006 torna in Italia per dedicarsi al Sangiovese in Toscana, nel 2007 in Sud Africa per approfondire Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc), fino al maggio 2007, quando assume la direzione di importanti cantine nella zona del Brunello di Montalcino dove si specializza sul Sangiovese.

Il vigneto dell’Azienda Vinicola Vin de la Neu si trova ad un’altitudine di 832 metri sopra il livello del mare e presenta un’alta densità di impianto, che permette di ridurre al minimo la produzione di grappoli per ogni ceppo e di portarli con maggiore facilità a maturazione.

La varietà impiantata è Johanniter, un ibrido creato in Germania da Riesling e Pinot Grigio, resistente sia al freddo che alle principali malattie fungine della vite. I grappoli hanno dimensioni medio grandi, gli acini sono compatti e sono caratterizzati da un colore giallo dorato con sfumature verdognole.

La decisione di impiantare questa varietà di uva deriva dalla volontà di creare un vino originale e di alta qualità, nel pieno rispetto del territorio delle Dolomiti e dell’ambiente. La stessa filosofia si ritrova anche nella scelta dei pali che sono di larice non trattato, materiale di facile reperibilità nel patrimonio boschivo della zona. Nel vigneto sono assenti trattamenti chimici, non vengono effettuate operazioni di diserbo ed ogni lavorazione avviene manualmente, senza alcun intervento di mezzi a motore.
Il processo di fermentazione avviene all’interno di barrique di rovere francese per 14 giorni circa, l’affinamento, invece, è distinto in due fasi: una prima di 10 mesi all’interno di barrique di rovere francese, un’ultima di 6 mesi circa in bottiglia, prima della vendita.

Visualizzazione del risultato

Mostra filtri