News

Barbaresco e Barolo: due eccellenze a confronto

Barbaresco e Barolo a confronto

Barbaresco e Barolo: due eccellenze a confronto

Oggi scopriamo il Barbaresco e Barolo due eccellenze a confronto.

Con il suo aroma espressivo e complesso, questo vino è stato ed è apprezzato da sempre dagli intenditori di vino di tutto il mondo.

Infatti, se il Barolo è considerato il vino dei re e il re del vino, il Barbaresco lo è invece il vino delle regine…e le analogie non finiscono qui.

I due vini, infatti, provengono dalla stessa regione, il Piemonte ed entrambi sono prodotti con uve provenienti da vitigni di Nebbiolo.

Nonostante questa origine comune, i due vini hanno carattere e forza differenti.

Barbaresco e Barolo, analogie e similitudini

Il vino Barbaresco e Barolo sono spesso citati insieme, questo perchè entrambi i vini rossi vengono prodotti in piemonte e sono fra i vini rossi più prestigiosi che troviamo in Italia.

Entrambi, inoltre possono fregiarsi quella massima qualifica italiana, la DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita).

Oltre alla regione di origine, i due vini rossi sono prodotti al 100% con uva Nebbiolo, coltivato per il Barolo a sud-ovest della città di Alba, a nord est per il Barbaresco.

Il Barbaresco, paragonato al Barolo, viene spesso definito un vino “femminile”.

Infatti, mentre il primo è un vino duro, spigoloso, caratterizzato da tannini aspri, il Barbaresco è un vino più gentile, con note fini ed eleganti.

Nebbiolo, uva pregiata e gusto rotondo

Come è noto agli esperti del settore, i vini prodotti dalla stessa uva non sono mai uguali, nonostante condividano vitigni e posizione geografica.

Il Barbaresco e Barolo ne sono un esempio lampante.

Quello che cambia infatti, non è solo il terroir, ma anche la posizione delle vigne e l’esposizione, che conferiscono alla maturazione dell’uva tempistiche differenti e differente concentrazione degli zuccheri nell’uva.

Per esempio, le vigne dove viene coltivato il nebbiolo per il Barbaresco, sono più basse di quelle del Barolo e hanno una diversa struttura del suolo, questo conferisce al Barbaresco il suo gusto più vellutato.

In generale, le uve del vitigno Nebbiolo maturano abbastanza tardi e la vendemmia viene fatta ad ottobre.

La nebbia che avvolge sovente i vitigni ha dato, probabilmente, il nome a questa uva.

Barbaresco: qualità

Il vino Barbaresco è un rosso dal colore rubino, pregiato, che sviluppa almeno 12 gradi alcolici.

E’ un vino dal finale speziato, dai sentori di legno ed erbe aromatiche. Quello che colpisce subito del Barbaresco è il suo equilibrio ed il suo finale speziato, i sentori di viola, legno ed erbe aromatiche.

Al sapore, il Barbaresco risulta fruttato e ed è possibile scorgere il gusto di ciliegie e frutti di bosco.

Il Barbaresco, come il Barolo, è un vino potente che a tavola deve essere accompagnato con pietanze altrettanto potenti.

In abbinamento a una buona bottiglia di Barbaresco possiamo accostare carni da arrosto, ma anche selvaggine e pollame.

Il Barbaresco però, non disdegna neppure primi piatti saporiti condito con il tartufo o con funghi porcini.

Vuoi conoscere tutti i prezzi del Barbaresco e trovare la bottiglia perfetta per ogni occasione?

Visita lo shop online dell’Enoteca di Piazza, potrai scegliere tra una vasta selezione di vini ed etichette provenienti dal piemonte e dall’Italia.

Visita ora il sito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *